Cosenza Nuoto da urlo ad Ostia. Medaglie e record per puntare con fiducia ai campionati italiani

Brillante e soprattutto molto interessante. La trasferta degli atleti della Cosenza Nuoto al meeting di Ostia 2018 ha regalato emozioni forti e tempi entusiasmanti in vista dei campionati italiani. Tra i circa 800 atleti in gara nella sue giorni di meeting, i ragazzi di mister Savio Celso hanno conquistato 7 ori, 2 argenti e 9 bronzi, 6 pass per campionati italiani e un record regionale categoria cadetti e junior. Questi nel dettaglio i risultati dei cosentini che si avvicinano con grinta ed entusiasmo ai campionati italiani in programma a marzo.
Pio Pellegrino ha centrato 3 ori nei 50, 100 e 200 rana, record regionale sui 100 rana, pass per gli italiani e tempi che potrebbero consentire all’atleta di risultare tra i migliori ai campionati italiani di marzo. Grandi prestazioni anche per Luca Nuzzolo che è bronzo 100 stile e 200 stile, oro sui 1500 con pass per gli italiani e anche nel suo caso con i tempi fatti risulta nei primi otto d’Italia.
Letizia Carnevale bronzo 100 stile e 200 delfino con tempo per gli italiani.
Alessandra Martello oro sui 100 dorso, e bronzo sui 200 misti, 400 misti e 200 dorso. Aveva già acquisito i tempi per gli italiani.
Francesco Fullone argento sui 50 rana e bronzo suo 200 delfino nel primo anno categoria ragazzi così come Gianmarco Napoli che ha strappato il bronzo sui 1500.
Mattia Cannizzaro oro sui 400 misti, bronzo sui 100 e 200 dorso migliorando i tempi di iscrizione già realizzati per gli italiani.
Mister Savio Celso elogia il lavoro dei suoi. “Le aspettative sono state rispettate – afferma il tecnico siciliano – perché volevamo far bene e forse abbiamo fatto anche meglio. Nell’ultimo mese i ragazzi sono cresciuti molto, si sono impegnati con caparbietà e abnegazione e questo premia la qualità del loro cammino. I nostri sforzi non erano finalizzati a questo meeting ma loro sono riusciti a fare grandi cose e questo dimostra che ci sono gli stimoli e lo spirito giusto. Adesso la preparazione sarà diversificata e chi ha i tempi per gli italiani lavorerà con questo obiettivo prendendo le altre tappe come verifiche. Per gli altri che non hanno in mano il pass si lavorerà per cercare i tempi, ma senza affanno perché quando ti esprimi bene in settimana i risultati arrivano. Vorrei sottolineare l’unione del gruppo – chiude l’allenatore – perché i grandi hanno accolto i più giovani, e anche i meno esperti in queste gare hanno dimostrato il loro valore. Questo significa che la famiglia Cosenza Nuoto lavora con grande spirito e il risultato è nel miglioramento di tutti gli atleti in gara”.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: