Cosenza coraggioso ma il derby va al Crotone

COSENZA NUOTO – MC RN CROTONE 7-10 (1-4; 3-1; 1-3; 2-2)
COSENZA NUOTO: Guaglianone, Cerchiara 3, De Luca, Chiappetta 2, Capanna, Trocciola 1, Aloi, Cavalcanti, Mascaro 1, Ponte, Altomare, Stellato, Morrone. Allenatore: Bartucci.
MC RARI NANTES CROTONE: Conti, Namar 3, Amatruda, Arcuri, Bezic 1, Chiodo, Candigliota, Morrone 4, Spadafora, Lucanto, Manna 2, Latanza, Cavallaro. Allenatore: Arcuri.
ARBITRO: Mattia Gomez.
NOTE: Spettatori 300 circa. Superiorità numeriche Cosenza 2/9 più 2 rigori; Crotone 0/1.
Prima di tutto una bella giornata di sport. Un derby giocato con qualità da entrambe le squadre in un clima vivace ma all’insegna del rispetto con circa 300 spettatori sugli spalti. Cosenza lo ha perso ma ha lottato, contro una squadra molto forte e guidata dagli ottimi Namar e Bezic, giocatori in grado di fare la differenza. Ne è venuto fuori un 7-10 che ha offerto tante azioni spettacolari, grinta da vendere e applausi sulle tribune. Crotone ha meritato la vittoria, costruita con bel parziale di 4-1 nel primo tempo, ma i ragazzi di Bartucci hanno lottato e costretto gli avversari a giocare al massimo delle loro possibilità per trovare il successo. Dopo il primo tempo, scandito dalle reti di Namar e degli ex Morrone e Manna, Cosenza ha reagito nel secondo parziale. La doppietta dell’ottimo Chiappetta e il centro di Mascaro hanno portato le squadre alla fine del secondo sul 4-5. Bello anche il terzo quarto, in cui i cosentini hanno lottato ma Crotone ha prevalso dando alla gara lo strappo definitivo. Cosenza ha provato a rientrare ma i pitagorici hanno gestito la gara e trovato il successo in una bella cornice di pubblico. Derby al Crotone quindi, ma buoni segnali da una squadra che ha saputo rimettere in piedi la partita mostrando anche qualità e buone trame. Adesso arrivano gli scontri diretti per la salvezza, ma questa squadra ha i mezzi per riuscire a raddrizzare la posizione in classifica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: