Cosenza brilla e non perde più. Anche la Florentia va ko (5-6)

Il Città di Cosenza sbanca Firenze. Prova di qualità per le ragazze di Capanna, in gol con le doppiette di Citino e Di Claudio e le reti di Nicolai e Kuzina. La classifica dice settimo posto a soli due punti dalla zona playoff.

FLORENTIA-CITTA’ DI COSENZA 5-6 (1-0, 1-3, 0-1, 3-2)

Florentia: Banchelli, Rorandelli, Cortoni, Cordovani, Cotti, Lapi 3, Sorbi 2, Francini, Curandai, Giannetti, Marioni, Bartolini, Perego. All. Sellaroli.

Città di Cosenza: Gorlero, Citino 2, Gallo, De Mari, Motta, De Cuia, Kuzina 1, Nicolai 1, Di Claudio 2, Presta, Motta, Nisticò, Sena. All. Capanna.

Arbitri: Calabrò e Castagnola.

Superiorità numeriche: Florentia 3/6 + 1 rigore, Cosenza 3/8 + 1 rigore. Espulso Sellaroli (all. F) nel terzo tempo per proteste.

Note: Bartolini (F) ha fallito un rigore nel secondo tempo (palo). Kuzina (C) ha fallito un rigore nel secondo tempo (palo). Uscita per limite di falli Marioni (F) nel quarto tempo.

 

Continua il momento magico del Città di Cosenza, corsaro a Firenze in una gara combattutissima. Il 2018 della squadra di Capanna è iniziato senza battute d’arresto, con due pareggi e due successi, l’ultimo oggi con 6-5 in casa della Florentia. Le rossoblu hanno infatti meritato la vittoria e risposto alla chiamata del tecnico ligure, che aveva chiesto grinta e determinazione. Missione compiuta, toscane scavalcate in classifica e settimo posto parziale con splendida vista playoff, ora solo a due punti di distanza. Bella prova per Cosenza, capace di imprimere alla gara tutto quanto era stato preparato in settimana. Bartolini e Cotti sono state arginate, Gorlero, Kuzina e Motta hanno lavorato di mestiere e 4 dei 6 gol realizzati hanno meno di 20 anni e sono firmati Citino e Di Claudio. Da segnalare anche la crescita di Nicolai, che nel 2018 si sta rivelando vero valore aggiunto della squadra. La cronaca. Gara equilibrata e un solo gol firmato Sorbi nel primo parziale. Cosenza non demerita e alla ripresa la ribalta con la doppietta di una Citino dominante al centro e la rete di Nicolai. A metà gara si va sul 2-3 e Cosenza allunga con una stupenda rete di Kuzina a fine terzo. Il quarto tempo è infuocato. Le calabresi segnano il 5-2 con Di Claudio ma la Florentia in meno di 30 secondi si rifà sotto segnando due reti. Il sigillo lo mette ancora l’ottima Di Claudio e a poco serve il tris personale di Lapi. Si chiude 5-6 e Cosenza torna a casa con tre punti pesantissimi. Capanna può gioire. “Sono finalmente contento – ha sottolineato l’allenatore a fine gara – perché ho visto una prestazione importante e una voglia matta di vincere da parte delle mie ragazze. Abbiamo incontrato una squadra quadrata e pericolosa, trascinata da un pubblico infuocato e che nel quarto tempo ha giocato al limite del regolamento facendosi in quattro per trovare punti. Noi siamo riusciti a gestire bene le fasi della gara iniziando da un primo tempo in cui potevamo segnare alcuni gol e invece abbiamo chiuso a zero. Siamo contenti perché con un calendario difficile ci siamo staccati momentaneamente dalla zona calda e abbiamo i play off a soli sei punti, dimostrando a tante persone che la squadra ha voglia e che gli sforzi fatti da noi in allenamento e dalla nostra società possono trasformarsi in qualità e risultati in campo. La cosa che più mi ha colpito però è la prova dei singoli, perché finalmente non siamo più legati alle prestazioni delle giocatrici più esperte ma vedo qualità in tanti elementi. Questo significa crescere e per farlo bisognerà passare da una finale di Coppa Italia in cui vogliamo essere protagonisti”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: